Assegno di Inclusione: lo hai anche sotto i 60 anni adesso con questo requisito, chiarito dall’INPS

Vuoi ricevere l’Assegno di Inclusione? Puoi averlo anche sotto i 60 anni: ti basta soddisfare un semplice requisito.

Come sappiamo il Reddito di Cittadinanza è stato sostituito dall’Assegno di Inclusione. Parliamo di una misura di sostegno economico per l’inclusione sociale e professionale. L’erogazione viene effettuata solo dopo aver rispettato alcuni requisiti specifici. Infatti è una condizione legata ad un percorso personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Può essere riconosciuta soddisfacendo alcune richieste.

Come richiedere l'Assegno di Inclusione prima dei 60 anni
Assegno di Inclusione: scopri come puoi richiederlo con un requisito – ermesagricoltura.it

Per esempio che nel nucleo familiare deve esserci un componente disabile, minorenne o con almeno 60 anni di età. Inoltre il richiedente deve essere un cittadino europeo o titolare del diritto di soggiorno temporaneo o permanente. In alternativa è sufficiente essere residente in Italia per almeno 5 anni (di cui gli ultimi due anni in modo continuativo). Però c’è una domanda che molte persone si pongono.

Assegno di Inclusione, puoi richiederlo prima dei 60 anni: soddisfa il requisito richiesto

Perché l’ente previdenziale decide di non rispondere ad alcuni richiedenti? Nonostante i requisiti vengano soddisfatti, sembra che l’Assegno di Inclusione non venga erogato lo stesso. A questo punto entra in gioco un requisito fondamentale e che potrebbe evitarci di affrontare alcuni problemi di tempistica. Inoltre è molto utile per poter ricevere il bonus prima dei 60 anni. Continua a leggere per scoprire in cosa consiste: ti servirà saperlo di sicuro.

Come richiedere l'Assegno di Inclusione prima dei 60 anni
Potrai avere l’Assegno di Inclusione rispettando un requisito – ermesagricoltura.it

Anche se viene specificato che gli invalidi rientrano fra i requisiti, ciò che conta davvero è la percentuale d’invalidità. Infatti gli invalidi con percentuali comprese tra il 46% ed il 66%, non sono considerati invalidi (ai fini dell’Assegno di Inclusione si intende). Questo fino ad ora almeno, perché l’ente previdenziale ha intenzione di cambiare idea. E lo stesso discorso vale anche per i soggetti presi in carico dai servizi sanitari o assistenziali.

Parliamo delle vittime di violenza o da chi è affetto da sostanze stupefacenti. Persino il disabile fisico o psichico può rientrare nel sussidio. Ciò significa che basta soddisfare uno di questi singoli requisiti per richiederlo. Ovviamente si tratta di informazioni specifiche e che non riguardano tutti noi. Però è importante conoscerli alla perfezione. Se avete intenzione di inviare la domanda è possibile chiedere aiuto ad un commercialista o al CAF più vicino. Questo è ciò che c’è da sapere prima di fare la domanda: tenete bene a mente le informazioni.

Impostazioni privacy