Scandalo alimentare, pesce surgelato tra i più famosi venduto anche se non commestibile

Gli scandali alimentari sono sempre numerosi e questa volta il pesce surgelato è al centro dello scandalo: ecco cosa è successo.

Si tratta di una marca famosa che in molti acquistano spesso, ma purtroppo solo ora si è scoperto che non è commestibile e non si più assolutamente mangiare. Ecco il pesce surgelato da non consumare se lo avete in casa.

pesce surgelato scandalo vendita
Uno scandalo alimentare ha colpito un pesce surgelato tra i più famosi -ermesagricoltura.it

Indagine interna crea scandalo nel mondo dei surgelati e questa volta è una nota marca di pesce ad essere indagata. Lo scandalo ha fatto emergere una terribile verità: per molti anni è stato venduto pesce surgelato non idoneo al consumo umano. L’industria ittica è stata travolta dalle polemiche: ecco di quale pesce si tratta e cosa è accaduto.

Pesce surgelato e pericolo per la salute dell’uomo: non è commestibile

Giorni turbolenti per l’industria ittica norvegese, accusata di uno scandalo che mette in pericolo la salute dell’uomo. Al centro dello scandalo c’è il salmone, uno dei pesci più acquistati in assoluto e consumati anche in Italia. A quanto pare infatti la Pure Norwegian Salmon (PNS), uno dei maggiori produttori di salmone, ha venduto del pesce congelato che non era idoneo per l’uomo. La pratica pare che abbia violato le normative norvegesi sulla vendita del famoso pesce. L’azienda in pratica vendeva salmone surgelato con pesci scartati che erano destinati allo smaltimento. Una pratica scorretta, ma anche potenzialmente pericolosa.

pesce surgelato scandalo vendita
È il più venduto anche se non commestibile – ermesagricoltura.it

Il comunicato dell’azienda Måsøval che ha acquistato dall’azienda ittica norvegese il 65% del salmone, riporta la notizia terribile. Il pesce venduto includeva pesci che avrebbero dovuto essere scartati o insilati, o pesci classificati per la produzione che dovevano essere elaborati nella lavorazione secondaria prima dell’esportazione”. Insomma secondo questa indagine il pericolo c’era, ma rassicura affermando che solo l’1% di questo pesce è stato destinato al consumo umano. Una volta sospettate le irregolarità l’azienda ha infatti intrapreso azioni legali e ha ottenuto che lo stoccaggio congelato venisse sigillato e i prodotti richiamati dal mercato.

Le autorità competenti per la sicurezza alimentare sono tate subito allertate, ma finora non ci sono notizie sugli effetti nocivi sulla salute delle persone. Nonostante ciò la scoperta ha messo in evidenza un fatto greco. Il salmone congelato è riusato positivo alla salmonella e alla listeria. Si tratta di malattia gravi per l’uomo che possono essere anche mortali. Le vendite di questo salmone sono avvenute però solo in Europa dell’Est, coinvolgendo circa 20 clienti. Il problema sulla trasparenza è però generico e con queste situazioni sicuramente emergono maggiori controlli.

Impostazioni privacy