5000 mila euro, arriva il nuovo aiuto

Nuovo aiuto del Governo per i cittadini: la cifra è molto importante. Controlla se puoi usufruirne sono 5000 euro!

Il sistema degli aiuti governativi attraverso i bonus e le agevolazioni fiscali è iniziato nel periodo della recente pandemia; i cittadini, le famiglie e anche le imprese hanno potuto andare avanti grazie anche a questi bonus. Le attività economiche erano ferme in tutti paesi interessati, il blocco è stato devastante e nonostante qualche sintomo di ripresa il paese è rimasto in grave difficoltà. I bonus sono stati un modo per sopravvivere per la maggior parte di noi.

Aiuto del Governo di 5000 euro-chi ne può beneficiare
5000 euro di bonus dal Governo-chi è interessato all’aiuto-ermesagricoltura.it

Passata la pandemia le cose purtroppo non sono migliorate di molto data la situazione internazionale piuttosto precaria per le guerre, quindi i bonus sono diventati ormai una  cosa quasi strutturale per il nostro paese. Incentivi, agevolazioni fiscali e sostegno economico sono misure di cui non si può più fare a meno se non si passa a politiche di programmazione economica serie. Nel 2021 è stata introdotta una misura particolare riservata a liberi professionisti e lavoratori autonomi in difficoltà economiche oggi, nel 2024, la misura viene rifinanziata.

L’aiuto per gli autonomi e i liberi professionisti previsto per il 2024

Questa nuova misura, che deriva da quella istituita per il 2021, si chiama ISCRO Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale ed è rivolta a professionisti e autonomi, inscritti alla Gestione Separata INPS, che hanno avuto un calo significativo del fatturato nelle loro attività. Nel 2021 il calo di fatturato di tante attività, era evidente a tutti ma anche oggi purtroppo ci sono molti autonomi in gravi difficoltà. La misura è stata anche chiamata la cassa integrazione delle partite iva, di questo in effetti si tratta.

Autonomi e liberi professionisti-bonus 5000 euro
Se la tua attività ha avuto un calo puoi chiedere il bonus 5000 euro-guarda se ci rientri-ermesagricoltura.it

Nel 2021, quando fu istituito questo bonus, gli importi erano massimo di 800 euro mensili per sei mesi e minimo 250 euro sempre per sei mesi. Per il 2024 gli importi salgono, anche se in modo non significativo ma arriviamo ad un massimo 928,81 euro e ad un minimo di 290,25 euro sempre per sei mesi. Queste cifre non concorrono alla base imponibile del reddito e il bonus viene erogato dal mese successivo alla richiesta che si effettua.

I requisiti per accedervi, oltre all’iscrizione alla Gestione Separata INPS, sono vari: non bisogna percepire pensione e altri sussidi o aiuti statali. Se la domanda si effettua nel 2024 il reddito di riferimento è quello del 2023 che deve aver subito un calo del 50% rispetto alla media dei tre anni precedenti. Il reddito massimo del 2023 non deve superare i 9,456 euro, inoltre bisogna essere titolari di partita iva da almeno 4 anni ed essere in regola con i versamenti contributivi.

Impostazioni privacy