Agenzia delle Entrate: ora sono guai per chi ha commesso errori con la rottamazione delle cartelle

Brutte notizie sono in arrivo per chi ha commesso questi errori con la rottamazione delle cartelle: ecco e novità dell’Agenzia delle Entrate.

Si torna a parlare di un argomento molto importante che riguarda moltissimi contribuenti italiani e che nello specifico tratta il discorso relativo alle cartelle esattoriali. Negli ultimi anni, sono stati tanti i provvedimenti introdotti per aiutare le persone che hanno un debito con il fisco.

Agenzia delle Entrate cartelle
Agenzia delle Entrate, guai in vista per chi ha fatto errori sulle cartelle – ermesagricoltura.it

In particolare il discorso verte su rottamazione di cartelle al saldo e stralcio, passando per la cancellazione d’ufficio di alcuni debiti passati: insomma sostegni che si sono sempre potute considerare un sostegno importante per i contribuenti indebitati con il Concessionario della riscossione.

Eppure, in queste ultime ore, una novità rischia di mettere per sempre a rischio i soldi e i risparmi dei contribuenti. Partiamo dal presupposto che si parla di contribuenti che non hanno rispettato la loro rata relativa al pagamento delle cartelle di rottamazione. Ma entriamo nel dettaglio.

Agenzia delle Entrate, addio alle rate per chi ha sbagliato con la rottamazione

Insomma le cose stanno cosi, l’Agenzia delle Entrate ha deciso di cambiare le regole e di togliere la possibilità di chiedere la rateizzazione a chi in passato ha saltato il pagamento di una delle rate delle cartelle esattoriali. La novità è stata introdotta nella nuova Legge di Bilancio.

Agenzia delle Entrate, cambia tutto in fatto di rottamazione
Cartelle esattoriali, rate addio a chi ha fatto errori con la rottamazione – ermesagricoltura.it

Quindi, per capirci meglio chi salta o ha saltato le otto rate di un passato piano di dilazione, anche nel caso in cui le rate non dovessero essere consecutive, non fa altro che perdere il diritto di pagamento in rate. E come se non bastasse il debito rimane e torna a bussare alla porta di chi è moroso e che dovrà cercare di pagarlo in una sola soluzione. A questo adesso si aggiunge il blocco a richiedere nuovi piani di dilazione. Insomma, una novità che ha davvero poco di positivo.

Non resta che attendere per scoprire se in futuro verrà inserito un cavillo per sostenere meglio la situazione.

Impostazioni privacy